I pesciolini d’argento, la cui specie più comune è Lepisma saccharina, sono degli insetti appartenenti all’Ordine Thysanura e alla famiglia Lepismatidae.

Al contrario di come può sembrare, la presenza di questi invertebrati in casa non è sinonimo di sporcizia o scarsa igene.
Infatti, vivono praticamenre in tutte le case, anche in quelle dove non sono mai stati visti.
Spesso passano inosservati perché sono lucifugi, ovvero escono solo di notte, mentre di giorno rimangono nascosti in fessure, tra i libri, dietro i quadri, ecc.

Pesciolini d'argento
Lepisma saccharina - Foto da Wikipedia

Sono detrivori, si nutrono della sostanza organica che trovano in casa:

  • muffe
  • peli e capelli caduti
  • squame di pelle
  • molliche
  • altre sostanze organiche presenti nella polvere.

Possono vivere anche 3-4 anni, hanno cicli vitali molto lenti, ovvero crescono e si riproducono molto lentamente. Per questa ragione è difficile che diventino infestanti, a differenza di altri insetti come le blatte che hanno cicli vitali molto più rapidi.

Danni

I pesciolini d’argento possono essere un problema soprattutto per chi possiede libri molto vecchi. Questo perché le colle usate in passato per rilegare i libri erano a base di amido, una molecola di cui questi invertebrati sono ghiotti. Al contrario, la carta e le colle attualmente in uso per stampare e rilegare i libri, li rendono poco appetibili e non vengono danneggiati.

Quindi, se avete scaffali colmi di libri moderni (o comunque non troppo vecchi) e temete per il vostro tesoro di carte, potete stare tranquilli!

I libri moderni possono essere consumati solo se già molto danneggiati dalla muffa.

Come intervenire

Nel caso in cui vogliate intervenire, potreste porre dietro i libri della polvere di piretro che potete trovare anche in erboristeria. Si tratta di un insetticida naturale estratto dal fiore di Tanacetum cinerariifolium, una pianta appartenente alla famiglia Asteraceae, la stessa delle margherite.
In alternativa esistono in commercio anche altri prodotti a base di piretro.

Questo trattamento è utile per ridurre notevolmente il numero di pesciolini d’argento ed evitare così danni ai libri.

Di tanto in tanto potrebbe capitare di trovarne qualcuno in giro ed è assolutamente normale. Iniziare una lotta chimica contro questi strani coinquilini è inutile e può essere dannoso soprattutto per bambini e animali domestici.

Predatori dei pesciolini d'argento

Molti sono i predatori che riducono in maniera naturale il numero di questi insetti, tra questi i più comuni sono: 

  • Scutigera coleoptrata, la comune scutigera domestica;
  • Scytodes, il ragno sputatore;
  • Pholcus, il ragno ballerino.

Pesciolini d’argento – Cosa sono e come liberarsene

Lascia un commento