Percnon gibbesi, un alieno arrivato per nave

Percnon gibbesi è un granchio appartenente alla famiglia Plagusiidae. Questa specie è originaria delle coste dell’America meridionale e settentrionale che si affacciano sull’oceano Atlantico ed è stato ritrovato per la prima volta nel Mediterraneo nel 1999 lungo le coste dell’isola di Linosa.

 

Percnon gibbesi, invertebrato

Biologia

Percnon gibbesi è un granchio dall’aspetto molto peculiare. Ha un carapace a forma di disco appiattito di colore scuro tendente al rosso ed è presente una nervatura azzurra che percorre il carapace in lunghezza.

Le zampe sono molto lunghe, presentano delle file di spine lungo i margini anteriori e hanno una colorazione rossa con striature giallastre.

Vivono sulle scogliere ad una profondità compresa tra i 5 cm e i 4 m di profondità, nutrendosi di alghe filamentose, alghe calcaree e piante acquatiche.

La riproduzione avviene nei mesi estivi, le femmine possono produrre da 254 a circa 32000 uova per volta. Il numero dipende dalle dimensioni del carapace.

L'arrivo nel Mediterraneo

La mancanza di competitori, l’enorme numero di larve prodotte, la loro grande capacità dispersiva, di adattamento e le giuste condizioni ambientali (probabilmente legate al riscaldamento globale) hanno portato ad una rapida colonizzazione del Mediterraneo.

Il primo ritrovamento risale al 1999, sulle coste dell’isola di Linosa.

In seguito ci sono stati avvistamenti in tutto il Mediterraneo: l’Arcipelago delle Baleari, Sardegna, le coste del Mar Tirreno, Sicilia e poi Grecia, Turchia e Golfo di Taranto, diventando anche molto comune.

L’arrivo di Percnon gibbesi è probabilmente avvenuto grazie al commercio navale. Le larve possono infatti essere trasportati nelle acque di zavorra o nelle incrostazioni sugli scafi.

Danni all'ambiente

Il danno che questa specie provoca all’ambiente è ancora oggetto di studio. Sembrerebbe però che entri in competizione con granchi autoctoni quali Pachygrapsus marmoratus ed Eriphia verrucosa. 

Il granchio alieno infatti, condivide con queste specie lo stesso habitat e gli stessi nascondigli.

In oltre, essendo una specie prettamente erbivora, potrebbe entrare in competizione con ricci di mare come Paracentrotus lividus e Arbacia lixula, due specie che condividono con Percnon gibbesi lo spazio e il cibo.

Cercherò comunque di tenermi informato ed aggiornare questo articolo nel momento in cui verranno pubblicati nuovi studi su questa tematica.

Se sei interessato ad approfondire il tema delle specie aliene ti invito a leggere questa pagina dedicata: “Specie alloctone“.

Fonti e approfondimenti

Lascia un commento