Da sempre le sanguisughe inorridiscono la maggior parte delle persone. Viene in mente qualcosa di viscido, sporco e che non vede l’ora di attaccarsi alla pelle, perforarla e nutrirsi del tuo sangue.

Le sanguisughe, appartengono al Phylum Anellida e all’ordine Hirudinea. Il corpo di questi animali è suddiviso in numerosi segmenti, il cui numero varia nei diversi gruppi di sanguisughe. La maggior parte vive in acqua dolce ma esistono anche molte specie terrestri e alcune marine.

La maggior parte delle specie è ematofaga: aderisce alla pelle di vertebrati, la recide e ne succhia il sangue. Queste specie producono anche una sostanza anticoagulante che permette loro di succhiare per molto tempo.

Esistono però moltissime altre specie in grado di succhiare liquidi corporei o addirittura di cacciare altri invertebrati come Tubifex, larve di Chironomus e gasteropodi acquatici.

Due specie particolarmente diffuse sono Haemopis sanguisuga e Glossiphonia complanata.

Haemopis sanguisuga

In Italia una delle specie di sanguisuga più comune e di grosse dimensioni è Haemopis sanguisuga. Si tratta di una specie che può raggiungere circa 10 cm e vive in acqua stagnate o a lento scorrimento. Sul fondale, grazie alle due ventose poste alle estremità del corpo, si sposta con un movimento a compasso. Può inoltre appiattire il corpo e nuotare con dei movimenti che ricordano molto quelli di un pesce.

sanguisughe
Ueda K (2020). iNaturalist Research-grade Observations. iNaturalist.org.

Fuori dall’acqua sono stati osservati esemplari nascosti sotto legna e pietre anche a 30 m dallo specchio d’acqua. Queste sanguisughe si nutrono ingoiando interamente  vermi, limacce, giovani anfibi, larve di insetti e sono persino in grado succhiare via il corpo delle chiocciole dal loro guscio.

In questo articolo è presente una descrizione approfondita della predazione di diversi gasteropodi terrestri da parte di Haemopis sanguisuga. Il testo è anche accompagnato da numerose immagini.

Nel seguente video potete invece osservare come Haemopis sanguisuga sia in grado di ingerire un intero lombrico.

Glossiphonia complanata

Un’altra specie molto interessante è Glossiphonia complanata. Si tratta di una sanguisuga di piccole dimensioni appartenente alla famiglia Glossiphoniidae. Anche questa specie predilige acque a lento scorrimento e vive tra le piante e sotto le rocce.

Questa specie è specializzata nella predazione di piccoli gasteropodi acquatici.

Alle volte può capitare di introdurre accidentalmente questa specie (o specie simili) all’interno di acquari d’acqua dolce inserendo piante tra le cui foglie si nascondevano uno o più esemplari. Essa è del tutto innocua per tutte le specie di pesci ma può risultare pericolosa per gasteropodi e caridine. Se la vasca ospita questi animali è opportuno rimuovere manualmente gli esemplari di G. complanata.

Nel seguente video potete osservare un esemplare di G. complanata che si nutre di una chiocciola appartenente al genere Planorbella, una specie presente tipicamente negli acquari.

Non tutte le sanguisughe succhiano il sangue

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Mimí❤️

    Adoro le sanguisughe ❤️😍 Mi potreste dire dove acquistarne una in Italia a basso prezzo? Vi ringrazio, buona serata😁

    1. Ciao! Sono d’accordo, sono animali affascinanti!
      In Italia conosco solo il sito sanguisughe.it, ci cono comunque molti siti stranieri che spediscono anche in Italia. Mi informo meglio e ti faccio sapere!
      In alternativa puoi cercare anche in ambiente, trovi tantissime specie a mio avviso più interessanti rispetto a quelle che si usano in medicina.

Lascia un commento