Scoperta una specie di millepiedi con oltre 1000 zampe

I millepiedi

I millepiedi sono degli invertebrati appartenenti alla superclasse Myriapoda, che in latino significa, appunto “mille piedi”. Nonostante ciò la maggior parte di questi animali ha solo poche centinaia di zampe.

Questo fino ad adesso! Nell’agosto del 2020 è stata infatti scoperta una specie di millepiedi che, con oltre 1000 zampe, merita davvero di essere chiamata in questo modo.

I millepiedi hanno comunemente tra le 34 e le 400 zampe, il precedente detentore del record era Illacme plenipes, questa specie in media era dotata di circa 600 zampe, ma un particolare esemplare ne aveva circa 750.

La nuova specie

La nuova specie è dotata di ben 1.306 zampe ed è l’animale finora scoperto con il maggior numero di zampe.

Il nome di questa nuova specie è Eumillipes persephone ed è stato ben ideato per descriverne alcune sue caratteristiche.

 

millepiedi
Immagine presa dal lavoro di Merek et al.

Eumillipes in latino significa “Veri millepiedi” e sottolinea che questa specie, per il numero di zampe, merita di essere chiamata veramente “millepiedi”; “persephone”, invece è la dea greca degli inferi e descrive l’ambiente in cui questo animale è stato scoperto.

Questi invertebrati sono stati infatti trovati in fori profondi anche 60m, nella regione mineraria della provincia di Goldfields, in Australia occidentale.

Le caratteristiche di questi animali sono ideali per la vita sotterranea.

In particolare dagli 8 esemplari recuperati è stato visto che sono dotati 330 segmenti, che misurano fino a 95,7mm di lunghezza e poco meno di 1mm di larghezza. Il corpo è chiaro, non è presente alcun pigmento e gli occhi sono assenti.

Relazione filogenetica con le altre specie

Su questa specie sono stati eseguiti degli studi genomici per comprendere la relazione filogenetica con altri gruppi di millepiedi. Si è visto che i “parenti” più prossimi sono animali non particolarmente lunghi, al contrario sono meno imparentate con specie molto lunghe come Illacme plenipes. Questo significa che molte specie di Miriapodi hanno evoluto grandi lunghezze indipendentemente le une dalle altre, si tratta di evoluzione convergente!

millepiedi
Ricostruzione della storia evolutiva dei millepiedi Colobognatha, in parentesi il numero di segmenti. - Immagine presa dal lavoro di Merek et al.

Il team che ha lavorato su questo studio ha sottolineato quanto poco sappiamo degli ecosistemi sotterranei e quanto siano minacciati dalle attività di escavazione.

Fonte

Lascia un commento